La infezione di corona virus che attualmente preoccupa il mondo è una malattia respiratoria su base virale indotta da infezione da COVID-19, un nuovo coronavirus chiamato SARS-CoV-2 già identificato un anno fa e capace di indurre in soggetti predisposti una grave sindrome respiratoria acuta che può portare a morte il paziente.

Cosa è

Sul corona news l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato l'epidemia di SARS-CoV-2 una emergenza globale per la salute pubblica; nel dicembre 2019, un focolaio di infezione da coronavirus 2 (SARS-CoV-2) si è verificato a Wuhan, nella provincia di Hubei, in Cina e si è diffuso in tutta la Cina e oltre. Il 12 febbraio 2020, l'OMS ha ufficialmente nominato la malattia causata dal nuovo coronavirus come Malattia di Coronavirus 2019 (COVID-19).

Sintomi diagnosi terapia

Come altre malattie respiratorie, il nuovo coronavirus può causare sintomi lievi come raffreddore, mal di gola, tosse e febbre, oppure sintomi più severi quali polmonite e difficoltà respiratorie. La diagnosi passa attraverso le analisi ematiche e l'isolamento del virus patogeno. Poiché alla maggior parte dei pazienti con grave infezione da COVID-19 è stata diagnosticata la polmonite e i caratteristici schemi di imaging TaC, gli esami radiologici sono diventati vitali nella diagnosi precoce e nella valutazione del decorso della malattia. Ad oggi, gli esami TAC sono stati raccomandati come prove importanti per la diagnosi clinica di COVID-19 a Hubei, Cina. Diverse osservazioni hanno inoltre fornito prove della diversità genetica e della rapida evoluzione di questo nuovo coronavirus. (Phan T. Genetic diversity and evolution of SARS-CoV-2. Infect Genet Evol. 2020 Feb 21:104260). I reperti della TAC toracici comuni presentano focolai multipli, consolidamento e ispessimento del setto interlobulare in entrambi i polmoni, che sono per lo più distribuiti sotto la pleura. Esistono correlazioni significative tra il grado di infiammazione polmonare e i principali sintomi clinici e risultati di laboratorio. La TAC polmonare dunque svolge un ruolo importante nella diagnosi e nella valutazione di questa emergente emergenza sanitaria globale. (Wu et all. Chest CT Findings in Patients with Corona Virus Disease 2019 and its Relationship with Clinical Features. Invest Radiol. 2020 Feb 21). Questa epidemia capace di diffondersi rapidamente ha già coinvolto altri venticinque paesi. Le ragioni di una così rapida rapida diffusione della SARS-CoV-2 sono raggrupabili in tre aspetti: le fonti infettive, inclusa la natura biologica del virus, la popolazione sensibile (quella cinese è maggiormente predisposta alle complicanze), e le rotte di trasmissione. La prevenzione primaria è fondamentale (Yang Y, Shang W, Rao X. Facing the COVID-19 outbreak: What should we know and what could we do? J Med Virol. 2020 Feb 24). La terapia si basa su riposo, uso di farmaci antipiretici e farmaci antivirali, integrazione adeguata di acqua e Sali minerali

Prevenzione

Bisogna prevenire l’infezione seguendo alcune semplici regole

  • Lavarsi spesso le mani
  • Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
  • Non toccarsi frequentemente occhi, naso e bocca con le mani
  • Coprire bocca e naso se starnutisci o tossisci
  • Non prendere farmaci antivirali né antibiotici a meno che siano prescritti dal medico
  • Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
  • Usare la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate

Informazioni importanti per non creare discriminazione sono i seguenti: i prodotti made in china e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi, e gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus. Una integrazione alimentare di stimolanti la produzione di lisozima, di vitamina C, e di retinoidi, potenzia le difese immunitarie, dunque sono da consigliare per quei soggetti maggiormente a rischio.

Dunque, bisogna aspettare, non diffondere allarmismo, avere molta attenzione nella igiene giornaliera, chi può deve spiegare le cose alla gente, informare, dicendo onestamente che le cose possono cambiare in bene o in peggio: il bombardamento di notizie che fomentano la paura, creando un lavaggio del cervello collettivo ed inducendo l’idea che siamo in guerra vanno contrastati. Non siamo in guerra. Sopravviveremo.