Anatomicamene l'olecrano è una porzione dell'osso dell'ulna che si articola con l'omero partecipando alla costituzione di parte della articolazione del gomito.

Olecranite cosa è

Strutturalmente l'olecrano si presenta come un becco di uccello capovolto, un prolungamento diretto dell'epifisi prossimale dell'ulna, che termina con una punta diretta posteriormente, e la sua faccia concava si articola con la troclea dell'omero. Su questa struttura ossea si inserisce il tendine del muscolo tricipite brachiale e la sua particolare conformazione anatomica impedisce la ritorsione contraria del gomito. sulla struttura insiste una borsa sinoviale, una guaina detta appunto borsa olecranica allocata tra la pelle flaccida e l'osso appunto. La borsa olecranica è generalmente piatta. Si parla di olecranite quando questa borsa si irrita o si infiamma, con conseguente accumulo di liquido sinoviale e dunque formazione di una borsite olecranica

La olecranite è anche un processo comune nelle fratture dell'olecrano, che possono avvenire per meccanismo diretto indiretto, raramente per una brusca contrazione del muscolo tricipite brachiale (frattura da strappamento).

Olecranite sintomi

I sintomi della borsite sono:

  • gonfiore, tumefazione locale con arrossamento della cute in alcuni casi
  • dolore alla palpazione della borsa infiammata
  • difficoltà o impossibilità a estendere o flettere completamente il gomito.

La palpazione permette di valutare il gonfiore, se morbido, elastico, fluido o con presenza di granuli. 

Ci sono cause di olecranite su base infettiva; quando si ha la borsite settica, i sintomi descritti sono amplificati e si associano a febbre. La diagnosi è clinicamente molto semplice, e le radiografie del gomito ed una ecografia articolare sono spesso sufficienti per confermarla. esami di sangue sono utili se il medico sospetta una forma infettiva (borsite settica) o flogistica da altre cause (borsite da artrite reumatoide, borsite da gotta, malattie da deposito di cristalli). 

Alcune figure professionali sono particolarmente vulnerabili a questa patologia, per una esposizione prolungata a microtraumi in sede: idraulici, muratori, panificatori o pizzaioli, vigili del fuoco, eccetera. Anche tra gli sportivi la patologia è comune: body builders, canoisti o canottieri, tennisti, pesisti o atleti che praticano attrezzistica in genere sono i più esposti.

Olecranite Terapia

Nel caso di sospetta borsite settica la aspirazione di liquido può essere utile per analizzare il fluido ed individuare il batterio responsabile ed iniziare una corretta terapia antibiotica.

Nel caso di borsite non settica o postraumatica il trattamento prevede:

  • riposo funzionale,
  • ghiaccio,
  • antinfiammatori non steroidei e steroidei (cortisone) orali e topici

La asportazione del liquido è un fatto da considerare nel caso di raccolte importanti, da valutare anche la infiltrazione locale con cortisonici.

Nel caso di borsiti settiche e forme infiammatorie resistenti al trattamento conservativo è indicato l’intervento chirurgico. L’intervento da effettuarsi in ambulatorio prevede una incisione cutanea che consenta di di rimuovere le pareti ispessite e ed il contenuto della borsa sinoviale. A seguire si pratica applicazione di un tutore con il gomito flesso a 60° per almeno sette giorni per consentire la formazione di una cicatrice cutanea, segue un periodo di riabilitazione di trenta giorni per la ripresa totale delle funzioni.